A partire dal 1995, Antonio De Rossi ha pubblicato circa 250 titoli scientifici su libri e riviste italiane e straniere. In particolare è autore o curatore di diversi volumi e monografie, tra cui:
– “La costruzione delle Alpi. Il Novecento e il modernismo alpino (1917-2017)”, Donzelli, Roma 2016;
– “La costruzione delle Alpi. Immagini e scenari del pittoresco alpino (1773-1914)”, Donzelli, Roma 2014, vincitore nel 2015 del “Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi” e del “Premio Acqui Storia – sezione storico scientifica”;
– “Architettura alpina contemporanea”, Priuli & Verlucca, Scarmagno 2012, con R. Dini;
– “Cultura architettonica e ambiente alpino”, Celid, Torino 2011, con E. Moncalvo;
– “Grande Scala. Architettura, politica, forma”, LIST, Trento-Barcellona 2009 (edito anche in inglese col titolo “Grande scala. Architecture, politics, form”, 2009);
– “Alpi da scoprire. Arte, paesaggio, architettura, per progettare il futuro”, catalogo della mostra, Graffio libri, Borgone 2008, con G. Sergi e A. Zonato;
– “Torino 1980-2011. La trasformazione e le sue immagini”, Allemandi, Torino 2006, con G. Durbiano (edito anche in inglese col titolo “Turin 1980- 2011. The transformation and its images”, 2007);
– “Paesaggi in verticale. Storia, progetto e valorizzazione del patrimonio alpino”, Marsilio, Venezia 2006, con G. Callegari e S. Pace;
– “Architettura alpina moderna in Piemonte e Valle d’Aosta”, Allemandi, Torino 2005 (edito anche in inglese col titolo “Modern alpine architecture in Piedmont and Valle d’Aosta”, 2006);
– “Atlante dei paesaggi costruiti”, prefazione di A. Isola, Blu edizioni, Cuneo 2002;
– “Linee nel paesaggio. Esplorazioni nei territori della trasformazione”, Utet, Torino 1999, con G. Durbiano, F. Governa, L. Reinerio, M. Robiglio;
– “Le terre alte. Architettura luoghi paesaggi delle Alpi sud-occidentali”, L’Arciere-Blu, Cuneo 1998, con L. Mamino e D. Regis;
– “Abitare le Alpi”, Clut, Torino 1998.
Alcuni di questi libri, oltre che sulla pubblicistica disciplinare, sono stati recensiti sui principali quotidiani e riviste specializzate nazionali (Repubblica, La Stampa, Il Manifesto, Il Giornale, L’Indice, Il Giornale dell’Arte, ecc.) e presentati in programmi radiofonici e televisivi (Radio Svizzera Italiana, Rai 2, Rai 3). Sul versante editoriale, ha inoltre collaborato in maniera continuativa con le riviste “Il Giornale dell’Architettura”, “Alp” e “L’Alpe”. È curatore del web magazine “ArchAlp” dell’Istituto di Architettura Montana del Politecnico di Torino.